Missionari della Via

Missionari della Via

lunedì 13 giugno 2022

Visita a Chivasso

Nel mese di maggio fra Umile ha fatto una piccola visita/missione a Chivasso. E' stata una bella occasione per incontrare amici, parenti e persone care che seguono e sostengono la Comunità... Un ringraziamento speciale a don Tonino, al caro Vescovo di Biella mons. Roberto Farinella per la squisita accoglienza, e agli amici del RnS...











stampa la pagina

domenica 12 giugno 2022

Rosario comunitario nel mese di maggio

Il mese di Maggio è stata una bellissima occasione, con il Rosario meditato, per affidarci tutti insieme alla Madonnina.









stampa la pagina

giovedì 9 giugno 2022

Catechesi a Napoli

Continuano gli incontri mensili nella comunità di Napoli, meditando sulle Beatitudini con le preziose catechesi di frà Faustino. Ringraziamo il Signore per questi momenti di formazione e di spiritualità, alimentati dalla Celebrazione Eucaristica e, infine, arricchiti da un piccolo momento di fraternità.

"Per vedere Dio non serve cambiare occhiali o punto di osservazione, o cambiare autori teologici che insegnino il cammino: bisogna liberare il cuore dai suoi inganni! Questa strada è l’unica. Questa è una maturazione decisiva: quando ci rendiamo conto che il nostro peggior nemico, spesso, è nascosto nel nostro cuore. La battaglia più nobile è quella contro gli inganni interiori che generano i nostri peccati. Perché i peccati cambiano la visione interiore, cambiano la valutazione delle cose, fanno vedere cose che non sono vere, o almeno che non sono così vere [...]. Il puro di cuore vive alla presenza del Signore, conservando nel cuore quel che è degno della relazione con Lui; solo così possiede una vita “unificata”, lineare, non tortuosa ma semplice. Il cuore purificato è quindi il risultato di un processo che implica una liberazione e una rinuncia. Il puro di cuore non nasce tale, ha vissuto una semplificazione interiore, imparando a rinnegare in sé il male, cosa che nella Bibbia si chiama circoncisione del cuore. Questa purificazione interiore implica il riconoscimento di quella parte del cuore che è sotto l’influsso del male [...] riconoscere la parte brutta, la parte che è annuvolata dal male per apprendere l’arte di lasciarsi sempre ammaestrare e condurre dallo Spirito Santo. Il cammino dal cuore malato, dal cuore peccatore, dal cuore che non può vedere bene le cose, perché è nel peccato, alla pienezza della luce del cuore è opera dello Spirito Santo. E’ lui che ci guida a compiere questo cammino. Ecco, attraverso questo cammino del cuore, arriviamo a “vedere Dio” (papa Francesco)












stampa la pagina